Persone

Biografia

Famoso per la sua satira e come autore dei Viaggi di Gulliver, Jonathan Swift è nato a Dublino e ha studiato al Kilkenny College e all’Università di Dublino (ora Trinity College di Dublino).

Primi lavori e scritti

Dopo un periodo di lavoro come assistente personale del diplomatico inglese William Temple, ha istruito privatamente la giovane amica di famiglia di Temple Esther Johnson, la ‘Stella’ a cui sono indirizzate molte delle poesie di Swift. Dal 1690 al 1702 Swift servì come parroco nell’Irlanda rurale. Scrisse anche in questo periodo, producendo opere come La Battaglia dei libri (pubblicata solo nel 1704), un racconto satirico, ambientato in una biblioteca, di uno scontro tra libri ‘antichi’ e ‘moderni’ e le idee in essi contenute.

La battaglia fu pubblicata in forma anonima insieme a A Tale of a Tub, la satira in prosa a più strati di Swift sulle abitudini dei critici letterari e degli interpreti religiosi, la cui copertina sosteneva che era stata “Scritta per il miglioramento universale dell’umanità”. Molti dei critici a cui la sua satira è stato rivolto in realtà tentato, e in alcuni casi pubblicati, spiegazioni delle oscure deliberate del testo.

Vita politica e satira

Nel 1714, Swift contribuì a fondare lo Scriblerus Club, insieme ad Alexander Pope e ad altri autori come John Arbuthnot, John Gay e Thomas Parnell. Hanno inventato il personaggio satirico di Martinus Scriblerus, e ha iniziato co-autore di sue ‘memorie’, che avevano lo scopo di prendere in giro la letteratura contemporanea, la cultura e la borsa di studio.

In questo periodo, anche se ancora ufficialmente residente in Irlanda, Swift è stato pesantemente coinvolto nella vita politica britannica, prima lobbying il governo Whig per conto del clero irlandese, poi lavorando a stretto contatto con i membri del governo Tory dal 1711 fino alla caduta nel 1714.

Dopo questo, Swift tornò in Irlanda, rivolgendo le sue attenzioni politiche al tentativo di migliorare la situazione del popolo, molti dei quali erano impoveriti, e sostenendo l’indipendenza dal dominio britannico. Il più famoso, sotto lo pseudonimo di M B Drapier, Swift pubblicò Le lettere di Drapier (1724), una protesta contro l’introduzione di una nuova moneta di rame che avrebbe deprezzato l’economia irlandese. Una modesta proposta seguita nel 1729, che ha fatto il suggerimento apparentemente diretto che il popolo irlandese affamato dovrebbe prendere in considerazione mangiare i propri figli.

I viaggi di Gulliver

Oltre a diventare un sinonimo di questa forma particolarmente impassibile di satira (ancora spesso chiamata ‘Swiftian’), e avendo alla fine ricoperto la carica di decano della Cattedrale di San Patrizio a Dublino, Swift è ora probabilmente meglio conosciuto per i suoi Viaggi di Gulliver, un finto diario di viaggio che racconta i viaggi intorno al mondo Sebbene, negli anni dalla sua pubblicazione, i Viaggi di Gulliver siano diventati un classico per bambini, è anche incisivo nei suoi attacchi a varie ipocrisie sociali, intellettuali e religiose dell’età di Swift. Come il suo autore stesso ha detto, e come la popolarità di questo libro piuttosto brutale forse illustra,’Satira è una sorta di vetro, in cui gli spettatori in genere scoprono il volto di tutti, ma il proprio’.

Ulteriori informazioni sulla vita di Jonathan Swift possono essere trovate tramite l’Oxford Dictionary of National Biography.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *