Lezione 1: Introduzione all’Epidemiologia

Sezione 1: Definizione di Epidemiologia

gli Studenti di giornalismo è stato insegnato che una buona notizia, se è su una rapina in banca, drammatico salvataggio, o il candidato alla presidenza del discorso, deve includere le 5 W: cosa, chi, dove, quando e perché (a volte citata come perché/come). Le 5 W sono le componenti essenziali di una notizia perché se manca uno dei cinque, la storia è incompleta.

Lo stesso vale per la caratterizzazione degli eventi epidemiologici, che si tratti di un focolaio di norovirus tra i passeggeri delle navi da crociera o dell’uso di mammografie per rilevare il cancro al seno precoce. La differenza è che gli epidemiologi tendono ad usare sinonimi per i 5 W: diagnosi o evento sanitario (cosa), persona (chi), luogo (dove), tempo (quando) e cause, fattori di rischio e modalità di trasmissione (perché/come).

La parola epidemiologia deriva dalle parole greche epi, che significa on o upon, demos, che significa persone e loghi, che significa lo studio di. In altre parole, la parola epidemiologia ha le sue radici nello studio di ciò che accade a una popolazione. Sono state proposte molte definizioni, ma la seguente definizione cattura i principi sottostanti e lo spirito di salute pubblica dell’epidemiologia:

L’epidemiologia è lo studio della distribuzione e dei determinanti di stati o eventi correlati alla salute in popolazioni specifiche e l’applicazione di questo studio al controllo dei problemi di salute (1).

I termini chiave di questa definizione riflettono alcuni dei principi importanti dell’epidemiologia.

Studio

L’epidemiologia è una disciplina scientifica con metodi validi di indagine scientifica alla sua base. L’epidemiologia è basata sui dati e si basa su un approccio sistematico e imparziale alla raccolta, all’analisi e all’interpretazione dei dati. I metodi epidemiologici di base tendono a basarsi su un’attenta osservazione e sull’uso di validi gruppi di confronto per valutare se ciò che è stato osservato, come il numero di casi di malattia in una particolare area durante un particolare periodo di tempo o la frequenza di un’esposizione tra persone con malattia, differisce da ciò che potrebbe essere previsto. Tuttavia, l’epidemiologia si basa anche su metodi di altri campi scientifici, tra cui la biostatistica e l’informatica, con scienze biologiche, economiche, sociali e comportamentali.

In effetti, l’epidemiologia è spesso descritta come la scienza di base della salute pubblica, e per una buona ragione. In primo luogo, l’epidemiologia è una disciplina quantitativa che si basa su una conoscenza pratica della probabilità, delle statistiche e dei metodi di ricerca sani. In secondo luogo, l’epidemiologia è un metodo di ragionamento causale basato sullo sviluppo e sulla sperimentazione di ipotesi basate su campi scientifici come la biologia, le scienze comportamentali, la fisica e l’ergonomia per spiegare comportamenti, stati ed eventi correlati alla salute. Tuttavia, l’epidemiologia non è solo un’attività di ricerca, ma una componente integrante della salute pubblica, fornendo le basi per dirigere un’azione pratica e appropriata sulla salute pubblica basata su questa scienza e ragionamento causale.(2)

Distribuzione

L’epidemiologia riguarda la frequenza e il modello degli eventi sanitari in una popolazione:

La frequenza si riferisce non solo al numero di eventi sanitari come il numero di casi di meningite o diabete in una popolazione, ma anche alla relazione di quel numero con la dimensione della popolazione. Il tasso risultante consente agli epidemiologi di confrontare l’insorgenza della malattia tra diverse popolazioni.

Il modello si riferisce al verificarsi di eventi relativi alla salute in base al tempo, al luogo e alla persona. I modelli temporali possono essere annuali, stagionali, settimanali, giornalieri, orari, nei giorni feriali rispetto al fine settimana o qualsiasi altra ripartizione del tempo che possa influenzare l’insorgenza di malattie o lesioni. I modelli di luogo includono la variazione geografica, le differenze urbane/rurali e la posizione dei siti di lavoro o delle scuole. Le caratteristiche personali includono fattori demografici che possono essere correlati al rischio di malattia, infortunio o disabilità come età, sesso, stato civile e stato socioeconomico, nonché comportamenti ed esposizioni ambientali.

Caratterizzare gli eventi sanitari per tempo, luogo e persona sono attività di epidemiologia descrittiva, discusse più dettagliatamente più avanti in questa lezione.

Determinanti

Determinante: qualsiasi fattore, se evento, caratteristica, o altra entità definibile, che provoca un cambiamento in una condizione di salute o altra caratteristica definita.

L’epidemiologia viene anche utilizzata per cercare determinanti, quali sono le cause e altri fattori che influenzano l’insorgenza di malattie e altri eventi correlati alla salute. Gli epidemiologi presumono che la malattia non si verifichi casualmente in una popolazione, ma si verifica solo quando il giusto accumulo di fattori di rischio o determinanti esiste in un individuo. Per cercare questi determinanti, gli epidemiologi utilizzano l’epidemiologia analitica o gli studi epidemiologici per fornire il “Perché” e il “Come” di tali eventi. Valutano se i gruppi con diversi tassi di malattia differiscono nelle loro caratteristiche demografiche, nella composizione genetica o immunologica, nei comportamenti, nelle esposizioni ambientali o in altri cosiddetti fattori di rischio potenziali. Idealmente, i risultati forniscono prove sufficienti per indirizzare misure tempestive ed efficaci di controllo e prevenzione della salute pubblica.

Stati o eventi correlati alla salute

L’epidemiologia era inizialmente focalizzata esclusivamente sulle epidemie di malattie trasmissibili (3), ma è stata successivamente ampliata per affrontare le malattie trasmissibili endemiche e le malattie infettive non trasmissibili. Entro la metà del 20 ° secolo, ulteriori metodi epidemiologici erano stati sviluppati e applicati a malattie croniche, lesioni, difetti alla nascita, salute materno-infantile, salute sul lavoro e salute ambientale. Quindi gli epidemiologi hanno iniziato a esaminare i comportamenti relativi alla salute e al benessere, come la quantità di esercizio fisico e l’uso della cintura di sicurezza. Ora, con la recente esplosione dei metodi molecolari, gli epidemiologi possono fare passi importanti nell’esame dei marcatori genetici del rischio di malattia. In effetti, il termine stati o eventi legati alla salute può essere visto come tutto ciò che influenza il benessere di una popolazione. Tuttavia, molti epidemiologi usano ancora il termine “malattia” come abbreviazione per l’ampia gamma di stati e eventi correlati alla salute che vengono studiati.

Popolazioni specificate

Sebbene epidemiologi e operatori sanitari diretti (medici) siano entrambi interessati all’insorgenza e al controllo della malattia, differiscono notevolmente nel modo in cui vedono “il paziente.” Il clinico è preoccupato per la salute di un individuo; l’epidemiologo è preoccupato per la salute collettiva delle persone in una comunità o popolazione. In altre parole, il “paziente” del clinico è l’individuo; il “paziente” dell’epidemiologo è la comunità. Pertanto, il clinico e l’epidemiologo hanno responsabilità diverse di fronte a una persona con malattia. Ad esempio, quando si presenta un paziente con malattia diarroica, entrambi sono interessati a stabilire la diagnosi corretta. Tuttavia, mentre il clinico di solito si concentra sul trattamento e sulla cura dell’individuo, l’epidemiologo si concentra sull’identificazione dell’esposizione o della fonte che ha causato la malattia; il numero di altre persone che potrebbero essere state esposte in modo simile; il potenziale di ulteriore diffusione nella comunità; e interventi per prevenire ulteriori casi o recidive.

Applicazione

L’epidemiologia non è solo “lo studio della” salute in una popolazione; comporta anche l’applicazione delle conoscenze acquisite dagli studi alla pratica basata sulla comunità. Come la pratica della medicina, la pratica dell’epidemiologia è sia una scienza che un’arte. Per fare la diagnosi corretta e prescrivere un trattamento appropriato per un paziente, il clinico combina la conoscenza medica (scientifica) con l’esperienza, il giudizio clinico e la comprensione del paziente. Allo stesso modo, l’epidemiologo utilizza i metodi scientifici di epidemiologia descrittiva e analitica, nonché l’esperienza, il giudizio epidemiologico e la comprensione delle condizioni locali per “diagnosticare” la salute di una comunità e proporre interventi di salute pubblica appropriati, pratici e accettabili per controllare e prevenire le malattie nella comunità.

Sommario

L’epidemiologia è lo studio (scientifico, sistematico, basato sui dati) della distribuzione (frequenza, pattern) e dei determinanti (cause, fattori di rischio) degli stati e degli eventi correlati alla salute (non solo malattie) in popolazioni specifiche (il paziente è comunità, gli individui visti collettivamente) e l’applicazione di (poiché l’epidemiologia è una disciplina all’interno della salute pubblica) questo studio

Esercizio 1.1

Di seguito sono riportati tre termini chiave tratti dalla definizione di epidemiologia, seguiti da un elenco di attività che un epidemiologo potrebbe svolgere. Abbina il termine all’attività che meglio lo descrive. Si dovrebbe corrispondere solo un termine per attività.

  1. Distribuzione
  2. Determinanti
  3. Applicazione
  1. ____ 1. Confronta le storie alimentari tra le persone con intossicazione alimentare da stafilococco e quelle senza
  2. _ _ _ _ 2. Confronta la frequenza del cancro al cervello tra gli anatomisti con la frequenza nella popolazione generale
  3. _ _ _ _ 3. Segna su una mappa le residenze di tutti i bambini nati con difetti alla nascita entro 2 miglia da un sito di rifiuti pericolosi
  4. _ _ _ _ 4. Grafico il numero di casi di sifilide congenita per anno per il paese
  5. _ _ _ _ 5. Raccomanda che i contatti stretti di un bambino recentemente segnalato con meningite meningococcica ricevano Rifampicina
  6. ____ 6. Tabula la frequenza dei segni clinici, dei sintomi e dei risultati di laboratorio tra i bambini con varicella a Cincinnati, Ohio

Controlla la tua risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *