La terapia di conversazione funziona davvero ed è sempre necessaria?

Anche se può essere difficile ammettere come psicologo, la terapia di conversazione non funziona per tutti.

In effetti, alcuni critici della psicoterapia sostengono che non funziona nemmeno per la maggior parte delle persone.

Posso vedere la validità negli argomenti di questi critici. Sono sempre stato fermamente convinto che parlare con un amico, un familiare o un leader spirituale possa essere efficace quanto lavorare con un terapeuta professionista.

In effetti, alcune ricerche hanno dimostrato che questo è il caso, in particolare tra alcune culture.

Anche se non è una cura per tutte le cose psicologicamente angosciante, tendo a credere che la terapia funziona per la maggior parte people…to vari gradi. Dipende davvero da come definisci i lavori.

Il cambiamento non è sempre veloce

Se il paziente entra nel processo di terapia con l’idea che da otto a 10 incontri con un professionista qualificato cancelleranno anni di difficoltà e lotta, allora probabilmente sarà deluso dai risultati.

A differenza di prendere un antibiotico per 10 giorni per liberare il corpo da un’infezione, la psicoterapia può richiedere mesi (anni in alcuni casi) di trattamento in corso.

Questo fatto può essere una “pillola” difficile da ingoiare nella nostra frenetica cultura fix-it-now. Questa percezione è influenzata in parte dal campo della psichiatria.

Quei pazienti che cercano un intervento farmacologico come primo o unico approccio alla cura possono credere che la psicoterapia sia simile-gli appuntamenti sono brevi check-in e sono distanziati da diverse settimane a mesi.

In realtà, la psicoterapia richiede un’analisi più approfondita dei problemi dei pazienti e la creazione di una relazione più profonda è necessaria.

Impostazione delle aspettative

La soddisfazione e la pazienza dei pazienti con la terapia dipendono anche dalle sue aspettative e da come definiscono il successo. Invece di essere una “cura” come un antibiotico, la terapia aiuta le persone a cambiare il modo in cui le loro percezioni influenzano i loro sentimenti e le loro azioni nel tempo.

Li aiuta ad adattarsi e incorporare le loro difficili esperienze di vita passate in un nuovo modo di vivere. A sua volta, questo processo aiuta la persona a condurre una vita meno angosciante e più appagante.

Per avere successo, nella maggior parte dei casi, misurare la riduzione dei sintomi non è sufficiente. È necessario imparare a vivere in modo diverso e gestire i problemi della vita in modo più efficace. Questo metodo richiede un impegno di tempo, denaro ed emozioni-tre cose che le persone sono spesso riluttanti a dare.

Trovare la persona giusta

E non dimenticare l’importanza di selezionare una buona partita. Trovare il terapeuta giusto è la chiave se il paziente vuole massimizzare i benefici della terapia di conversazione.

E per quanto non vogliamo ammetterlo, a volte, potremmo non essere la soluzione migliore per tutti i nostri pazienti. Siamo più facilmente in grado di sviluppare fiducia e una forte alleanza con alcuni e non con altri.

È importante che i tuoi pazienti lavorino con qualcuno di cui si fidano e possano parlare apertamente e onestamente. In caso contrario, si sentiranno come se non arrivassero da nessuna parte, si sentiranno frustrati dal processo e alla fine abbandoneranno.

Ecco perché incoraggio le persone a guardarsi intorno per un terapeuta. Se un paziente tende a rispondere bene a una chiara direzione e guida, lui o lei potrebbe voler vedere qualcuno specializzato in terapia cognitivo-comportamentale.

Se sono più di tipo introspettivo e curioso, consultare un terapeuta della persuasione psicodinamica può essere una buona scelta.

Fai la domanda È necessaria la psicoterapia?’

Poi c’è la realtà che il paziente potrebbe non aver bisogno di psicoterapia. Forse trarrebbe beneficio da forme più tradizionali di guarigione come parlare con amici e familiari, esercitare o concentrare i suoi sforzi nell’aiutare gli altri che stanno anche lottando.

Non è che la terapia non sia importante. È più di un riconoscimento che, per migliaia di anni, le persone hanno superato enormi difficoltà senza l’aiuto di uno psicologo, psichiatra o assistente sociale.

Questa idea non è quella di minimizzare il ruolo importante che giochiamo in molti dei nostri pazienti vite. È solo un promemoria che la guarigione può avvenire in molti luoghi diversi e da molte persone diverse.

La terapia può essere un trattamento altamente efficace per una serie di problemi psicologici e persone. I nostri ruoli di terapeuta e/o consulente sono importanti. Abbiamo molto da offrire e innumerevoli vite sono state migliorate e salvate grazie al nostro lavoro. Tuttavia, la psicoterapia non è una pallottola magica.

Una versione precedente di questo articolo è stato pubblicato in Dr. Moores colonna Kevlar per la mente in tempi militari.

monkeybusinessimages / Bigstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *