Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange non può essere estradato negli Stati Uniti, il giudice governa

La sua salute è peggiorata mentre è detenuto nella prigione di Belmarsh nel sud-est di Londra. E “stato restituito al carcere dopo l” udienza e una domanda completa per la sua cauzione sarà fatta il Mercoledì.

Baraitser ha stabilito che mentre i pubblici ministeri degli Stati Uniti hanno incontrato i test per l’estradizione di Assange, gli Stati Uniti non erano in grado di impedirgli di tentare di suicidarsi.

“Di fronte alle condizioni di isolamento quasi totale senza i fattori protettivi che hanno limitato il suo rischio a HMP Belmarsh, sono soddisfatto che le procedure descritte dagli Stati Uniti non impediranno al signor Assange di trovare un modo per suicidarsi e per questo motivo ho deciso che l’estradizione sarebbe opprimente a causa del danno mentale e ordino il suo congedo”, ha detto.

Gli Stati Uniti hanno specificamente accusato Assange di cospirare con l’analista dell’intelligence dell’esercito Chelsea Manning per decifrare una password nota come “hash” al fine di accedere a un U. S. classificato Dipartimento della Difesa computer ed esporre segreti militari.

I sostenitori di Assange sostengono che gli Stati Uniti lo stanno prendendo di mira per ragioni politiche dopo che il suo giornalismo ha esposto presunti crimini di guerra in Afghanistan e Iraq, oltre a violazioni dei diritti umani.

Se il 49-year-old australiano è estradato e condannato negli Stati Uniti, potrebbe essere condannato a 30 a 40 anni di carcere, i suoi avvocati hanno detto. Sua madre, Christine Assange, ha detto su Twitter che non sopravviverà se verrà estradato. I pubblici ministeri hanno detto che avrebbe affrontato non più di 5¼ anni dietro le sbarre.

Gli avvocati di Assange hanno dichiarato in una presentazione scritta di chiusura a Baraitser che l’accusa era stata motivata politicamente “durante un periodo unico della storia degli Stati Uniti sotto l’amministrazione (presidente Donald) Trump.”

Il team legale che rappresenta gli Stati Uniti ha detto che ai procuratori federali è vietato prendere in considerazione l’opinione politica nel prendere le loro decisioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *