Cosa significa “Naturale” sulle etichette degli alimenti?

Il termine “naturale” viene gettato in giro molto in questi giorni. Dalle etichette dei prodotti alimentari alle chiacchiere dello chef, sembra esserci la convinzione che tutto ciò che è “naturale” sia “buono.”Uno studio ha rilevato che la maggior parte dei consumatori pensava che “naturale” avesse più significato di “organico.”

Per essere chiari: semplicemente non è vero.

Quindi cosa significa” Naturale”?

Legalmente, il cibo etichettato “naturale” non contiene ingredienti artificiali, ingredienti coloranti o conservanti chimici. Suona bene. O lo fa?

L’elemento importante è la parola ” artificiale.”Non è, come un consumatore potrebbe supporre, lo stesso di” elaborato.”Significa semplicemente che il sapore non si adatta alla seguente definizione di un sapore” naturale”:

“Un sapore naturale è l’olio essenziale, oleoresina, l’essenza o estrattive, idrolizzato proteico, distillato, o qualsiasi altro prodotto di tostatura, di riscaldamento o di enzymolysis, che contiene il condimento costituenti derivati da spezie, frutta o succo di frutta, vegetale o succo di verdura commestibile di lievito di birra, erba, corteccia, germoglio, radice, foglia o simile materiale vegetale, carne, pesce, pollame, uova, latticini, prodotti di fermentazione, la cui funzione significativa nel cibo è il condimento piuttosto che nutrizionale.”

Quindi, se un sapore è fatto da uno qualsiasi degli ingredienti di cui sopra, è” naturale”, non importa quanto sia altamente modificato e manipolato, comprese le proteine elaborate che si possono o non possono considerare desiderabili.

Che dire di “Naturale” sulle etichette di carne?

È lo stesso di cui sopra, con l’elemento aggiunto che la carne o il pollame così etichettati sono stati solo “minimamente lavorati.”Non ha nulla a che fare con l’essere biologici o ruspanti.

In breve, significa che è carne.

Per ripetere: un timbro “tutto naturale” su un’etichetta di carne significa solo che stai acquistando carne.

Diventa un po ‘ più deprimente da lì.

La carne di animali trattati con ormoni artificiali può (ed è) etichettata come “naturale”, così come la carne iniettata con soluzione salina. Certo, la soluzione salina (acqua salata) aggiunge sapore, ma aggiunge anche un peso considerevole a un prodotto venduto al chilo.

E, finché qualsiasi cosa in quella soluzione salina soddisfa la definizione di un “sapore naturale” sopra, la carne può ancora essere etichettata come “tutto naturale”, il che ci allontana dall’idea che sia solo carne che si sta comprando. Lo zucchero, ad esempio, può essere aggiunto alla soluzione insieme al sale, per non parlare dei sapori derivati da altri alimenti.

Così le pepite di pollo altamente lavorate con una lista di ingredienti impronunciabile possono, legalmente, essere etichettate come “contenenti pollo tutto naturale” o come “fatte con pollo naturale.”

Vale la pena cercare “Naturale” sulle etichette degli alimenti?

In breve, l’etichetta “naturale” sul cibo significa qualcosa e ci sono linee guida su quali alimenti possono essere etichettati come “naturali”, ma non sono molto rigorosi. Per le persone interessate a cibi puri e alimenti minimamente trasformati o non trasformati, l’etichetta” naturale ” probabilmente non ti dirà cosa vuoi sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *