Calcio sierico nella malattia della tiroide

Si ritiene che gli ormoni tiroidei influenzino il metabolismo del calcio. Nel presente studio prospettico abbiamo studiato l’influenza di varie malattie thryroid sui livelli sierici di calcio. Oltre allo screening per le malattie della tiroide abbiamo misurato le concentrazioni sieriche di calcio (S-Ca) in individui che sono venuti al nostro servizio ambulatoriale per le malattie della tiroide dal 1992 al 1998. Sono state studiate 13.387 persone, tra cui 9017 pazienti con malattie della tiroide e 4370 persone senza disfunzione tiroidea. S-Ca è stato trovato per essere più elevata nei pazienti con ipertiroidismo (2.36 +/- 0.11 mmol/L n = 1201, p < 0,05) rispetto a quelli con ipertiroidismo subclinico (2.33 +/- 0.11 mmol/L, n = 494), con il gozzo eutiroideo (2.32 +/- 0.10 mmol/l, n = 5599), con l’ipotiroidismo (2.31 +/- 0.11 mmol/L, 344), con ipotiroidismo subclinico (2.32 +/- 0.10 mmol/L, n = 1290) e in persone sane (2.31 +/- 0.11 mmol/L, n = 4370). 173/13, 387 persone avevano livelli sierici di calcio < 2.1 mmol / L, tra cui 31 pazienti con ipoparatiroidismo dopo strumectomia (31/592) e 2 pazienti con ipoparatiroidismo primario. 106/13, 387 persone hanno mostrato un S-Ca di > 2,6 mmol / L, che in 30 casi era dovuto a iperparatiroidismo primario. Su 55 persone con S-Ca di > 2,6 mmol / L e senza alcun altro motivo di ipercalcemia, 31 sono risultate in uno stato ipertiroideo. In conclusione, è stata dimostrata un’influenza clinicamente non rilevante sulla S-Ca in pazienti con ipertiroidismo rispetto ad altre malattie della tiroide e in individui senza malattie della tiroide. La misurazione di S-Ca in ogni paziente che si riferisce ad un reparto ambulatoriale della tiroide è raccomandata a causa del frequente verificarsi di ipoparatiroidismo postoperatorio e iperparatiroidismo primario in questa impostazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *