6 Sintomi di salute associati all’umidità

Quando c’è troppa o troppo poca umidità nell’aria, può influire sulla salute in più modi di quanto si pensi. Di seguito, abbiamo elencato i primi sei sintomi di salute associati all’umidità e cosa fare per ottenere sollievo.

Per quanto possa sembrare controintuitivo, troppa umidità nell’aria può effettivamente interferire con i meccanismi di raffreddamento naturali del tuo corpo e lasciarti disidratato.

Quando l’umidità relativa dell’aria è alta, rende la temperatura dell’aria molto più calda di quanto non sia. Il termometro può leggere 88 ° F in una calda giornata estiva, ma se l’umidità relativa è del 75%, si sentirà come un frizzante 103° F. E quando ci si sente come 103° F, il tuo corpo sta lavorando su overdrive per raffreddarti e mantenere una temperatura corporea ideale di circa 98,6° F. Quando le temperature sono alte per cominciare, un leggero aumento dell’umidità può avere un profondo impatto su come ti senti surriscaldato.

Dati provenienti dal National Weather Service (NWS) Indice di calore

Il principale meccanismo di raffreddamento del tuo corpo è il sudore. Quando il sudore evapora dalla pelle, riduce la temperatura corporea e, così facendo, porta una sensazione di sollievo. Quando l’umidità relativa dell’aria è elevata, il sudore non evapora, ma ciò non impedisce al corpo di produrlo. Alla fine, questa grave perdita di acqua, sale e minerali può lasciarti surriscaldato e lottare per mantenere le normali funzioni del corpo. Crampi muscolari, mal di testa, stordimento, vertigini, aumento della frequenza cardiaca e affaticamento sono tutti i primi segni di esaurimento da calore.

All’altra estremità dello spettro, un’umidità estremamente bassa può anche causare disidratazione. Questo è di solito un problema più grande durante l’inverno e l’autunno o nei climi desertici, dove i livelli di umidità esterna possono scendere fino al 20% (un intervallo di umidità ideale è compreso tra il 40 e il 50%). A peggiorare le cose, il calore secco prodotto dalla maggior parte dei sistemi di riscaldamento domestico può consumare quel poco di umidità è lasciato nella vostra aria interna.

La soluzione:

Quando l’umidità esterna è elevata, assicurati di bere molta acqua, anche prima di avere sete. Questo aiuterà a ricostituire il tuo corpo di minerali essenziali e combattere il surriscaldamento dovuto alla disidratazione. La stessa regola vale per le situazioni di bassa umidità, dove la disidratazione può essere meno evidente. Se le condizioni persistono, potrebbe essere necessario investire in un deumidificatore o umidificatore per la vostra casa per contribuire a riportare le condizioni interne ad un livello sano.

Irritazione cronica della pelle e della gola

Quando i livelli di umidità sono estremamente bassi, si perde più vapore acqueo attraverso la respirazione e i pori della pelle. Ciò può causare pelle secca cronica, labbra screpolate, gola graffiante e naso pruriginoso. Come si strofina il naso o deglutire ripetutamente per liberarsi di questa sensazione, in realtà causare più irritazione e infiammazione a questi passaggi delicati.

La soluzione:

Quando i livelli di umidità sono bassi, è estremamente importante prendersi cura della propria pelle. Anche se prendendo a lungo, docce calde possono sentire come l’ultima indulgenza freddo, diffidare di usare troppo sapone o stare sotto la doccia per troppo tempo. L’eccessiva esposizione all’acqua calda e alle sostanze chimiche presenti nel sapone può privare la pelle degli oli naturali e lasciarti seccare. Per intrappolare-in umidità, applicare un olio o crema idratante dopo la doccia e dopo aver lavato le mani per tutto il giorno.

Maggiore vulnerabilità alle infezioni

Le membrane mucose del naso e della gola sono la prima difesa del tuo corpo contro gli agenti patogeni presenti nell’aria. Quando sono sani, intrappolano i virus che causano l’infezione prima che possano viaggiare più in profondità nel tuo corpo ed entrare nel tuo flusso sanguigno.

Quando queste membrane vengono asciugate a causa della bassa umidità, non sono efficaci nel filtrare gli agenti patogeni. A peggiorare le cose, quando il naso e le labbra sono divisi e irritati, i capillari sono più esposti, rendendo più facile per i microbi passare direttamente nel flusso sanguigno. Inoltre, alcuni scienziati pensano che gli agenti patogeni indugiano nell’aria più a lungo durante l’inverno perché perdono il vapore acqueo in eccesso e diventano più leggeri nel processo. Gli studi hanno dimostrato che l’influenza è molto più comune in inverno perché le temperature fredde e la bassa umidità rendono più facile per gli individui contrarsi e diffondere il virus agli altri.

La soluzione:

Fortunatamente, trascorriamo più tempo al chiuso durante l’inverno, ed è molto più facile controllare le condizioni dell’aria interna che influenzare il tempo. Se i livelli di umidità esterna sono bassi, utilizzare un umidificatore nella vostra camera da letto e zona giorno principale per contribuire a portare l’umidità ad un livello sano e ottenere qualche sollievo sintomo. Riempire il vostro umidificatore con acqua distillata (al contrario di acqua in bottiglia o acqua di rubinetto) per evitare di introdurre sostanze chimiche e polveri sottili nella vostra casa.

Dermatite infiammata, eczema e asma

Eczema e altre forme di dermatite sono spesso esacerbate dai cambiamenti di temperatura e umidità. Quando il sudore rimane sulla pelle in condizioni di alta umidità, può portare a eruzioni cutanee da calore – un’irritazione cutanea pruriginosa e scomoda che può verificarsi quando le ghiandole sudoripare si intasano.

Condizioni di umidità estremamente basse possono anche peggiorare l’irritazione della pelle. Spesso, eczema si infiamma in inverno come soffre di viaggio tra edifici surriscaldati e temperature esterne fredde. La bassa umidità tipicamente associata ai freddi mesi invernali può peggiorare le fiammate mentre la pelle viene drenata dall’umidità e dagli oli essenziali.

Per le persone con asma, i livelli di umidità possono influenzare la frequenza e la gravità dei sintomi. Muffe e acari della polvere prosperano in ambienti ad alta umidità, quindi elevati livelli di umidità interna possono aumentare la quantità di sostanze irritanti nell’aria a cui sei esposto quotidianamente. Inoltre, l’elevata umidità associata alle alte temperature può aumentare la resistenza delle vie aeree quando si respira (rendendo più difficile prendere un buon respiro) e innescare la tosse e la costrizione delle vie aeree nelle persone con asma anche lieve.

La soluzione:

Il modo migliore per ridurre le fiammate di qualsiasi tipo è quello di mantenere la temperatura interna e umidità coerente. Le temperature interne ideali sono tipicamente tra 72° e 78° F, con umidità tra il 40 e il 50 percento. Mantieni il termostato impostato alla stessa temperatura durante il giorno e la notte e fai funzionare un ventilatore quando fai la doccia, fai esercizio o fai bollire l’acqua (tutte le attività che producono umidità). Se si scopre che i livelli di umidità interna fluttuano frequentemente, si consiglia di investire in un monitor di qualità dell’aria intelligente e umidificatore/deumidificatore per mantenere un ambiente più sano tutto l’anno.

Sintomi allergici

L’elevata umidità può aumentare la quantità di muco nel naso e nella gola, causando congestione, starnuti, naso che cola e gocciolamento post-nasale. Anche se questi sintomi possono sentirsi come una reazione allergica, possono effettivamente essere una forma di rinite non allergica-sintomi allergici cronici causati da cambiamenti nell’ambiente interno, nel tempo, nei farmaci o negli alimenti.

La soluzione:

Consultare un allergologo per determinare se i sintomi sono scatenati da allergeni specifici (come il polline) o se sono una forma di rinite non allergica. Una volta compresa la causa del tuo disagio, avrai un’idea migliore di quali cambiamenti puoi apportare (alle tue abitudini o al tuo ambiente interno) per migliorare la tua salute. La rinite non allergica non risponde agli antistaminici. Detto questo, se si verifica una congestione, è possibile utilizzare uno spray salino per eliminare il passaggio nasale e prendere un decongestionante per ridurre il gonfiore locale. Per limitare la probabilità di un flare-up, mantenere i livelli di temperatura e umidità nella vostra casa coerente — soprattutto come le condizioni esterne cambiano con le stagioni.

Scarsa qualità del sonno

Sia troppo e troppo poca umidità può interferire con il vostro riposo di bellezza. Quando i livelli di umidità sono alti, il vapore acqueo rimane sulla pelle, facendoti sentire sudato e scomodo. Non appena si tira fuori le coperture, tuttavia, che lo stesso vapore acqueo rapidamente raffreddare e lasciare afferrare per la coperta ancora una volta. Il ciclismo tra questi due estremi di temperatura interromperà il sonno e ti impedirà di rimanere in REM. Oltre a farti girare e girare, alti livelli di umidità possono anche causare congestione e peggiorare i sintomi di allergia notturna

Al contrario, troppa poca umidità asciugherà la gola e il naso, facendoti svegliare arido o dormire meno profondamente a causa di irritazione cronica o infezione.

La soluzione:

In ambienti ad alta umidità, optare per fogli realizzati al 100% in cotone. Il cotone assorbe l’umidità e offre una migliore traspirabilità rispetto ai tessuti in seta o poliestere. Inoltre, si consiglia di investire in un deumidificatore e ventilatore per far circolare l’aria e ridurre i livelli di umidità nella vostra camera da letto.

In condizioni di bassa umidità, un umidificatore può essere il tuo migliore amico. Oltre ad aggiungere l’umidità tanto necessaria per l’aria, il rumore bianco delicato prodotto da un umidificatore camera da letto può aiutare ad addormentarsi e rimanere addormentato attraverso interruzioni di rumore come il traffico stradale, russare, e temporali.

Prendi il controllo della tua salute

Il modo migliore per determinare come l’umidità sta influenzando la tua salute è quello di monitorare i sintomi in relazione ai livelli di umidità. Le letture dell’umidità esterna possono essere trovate sui siti meteorologici locali, mentre l’umidità interna può variare tra diversi edifici e stanze. Un monitor di qualità dell’aria può aiutare a monitorare i cambiamenti di umidità e temperatura all’interno del vostro spazio e avvisare l’utente quando le condizioni diventano insalubri.

Oltre a monitorare la vostra aria, Awair Glow può accendere automaticamente il vostro umidificatore o deumidificatore sulla base di dati di qualità dell’aria in entrata per mantenere il perfetto equilibrio. Per saperne di più su Awair Glow e come può aiutarti a conquistare i tuoi sintomi, segui il link sottostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *